PT509 . Apocrifi cristiani: le tradizioni su Pietro e Paolo a Roma

Il corso si propone di affrontare il tema storico e storiografico generale della letteratura cristiana apocrifa e di approfondire, in particolare, alcuni apocrifi cristiani in particolare.

Nella prima parte (a) saranno trattati i temi seguenti: formazione del canone neotestamentario; usi del termine “apocrifo” nell’antichità; generi letterari degli apocrifi cristiani; ricezione e fortuna; storiografia: raccolte di età moderna e contemporanea, tentativi di categorizzazione; studio scientifico della letteratura cristiana apocrifa, imprese editoriali.

Nella seconda parte (b) saranno analizzate alcune opere, o parti di esse, riconducibili al genere degli atti apocrifi degli Apostoli, nelle quali sono attestate antiche tradizioni sulla presenza di Pietro e di Paolo a Roma ed è possibile osservare l’evoluzione di tali tradizioni dal II al V secolo: Atti di Pietro, Atti di Paolo, Passioni “dello Pseudo-Lino”, Passione “dello Pseudo-Egesippo”, Passione “dello Pseudo Marcello”.

Bibliografia

a) A. Di Berardino, Gli apocrifi cristiani e il loro significato, in A. Di Berardino - B. Studer (edd.), Storia della teologia, I (Epoca patristica), Casale Monferrato 1992, 273-303;

b) Gli Apocrifi del Nuovo Testamento (a cura di M. Erbetta), II (Atti e leggende), Genova-Casale Monferrato 1966; D. L. Eastman, The Many Deaths of Peter and Paul, Oxford 2019.

Ulteriore bibliografia, comprensiva della riproduzione digitale delle edizioni critiche delle opere trattate (di R. A. Lipsius, L. Vouaux, V. Ussani), sarà fornita dal docente nel corso delle lezioni.